La mela

La Mela Annurca, è una varietà di mele largamente coltivata e prodotta nelle regioni meridionali italiane, in particolare in Campania, dove è presente da almeno due millenni.

E’ riprodotta persino in alcuni dipinti rinvenuti negli scavi di Pompei ed Ercolano, città romane sommerse insieme dalla distruttiva eruzione del Vesuvio del 79 d.C. , in particolare nella spettacolare Casa dei Cervi.

La “Melannurca Campana” IGP rivendica da sempre virtù salutari: alto contenuto di Procianidine oligomeriche, di vitamine B1, B2, PP e C, oltre a minerali come potassio, ferro, fosforo, manganese.

La Mela Annurca dispone di un picciolo corto, debole e molto sottile, tale da renderle difficile il permanere saldamente sull’albero. Questa particolarità impone una modalità di raccolta e maturazione delle mele, che per l’Annurca prevedono la deposizione a terra su uno strato di paglia per un mese al fine di terminare la maturazione. E’ grazie alle elevate concentrazioni di procianidine che agiscono come una sorta di “anticorpi vegetali”, che viene evitata la marcitura delle mele, preservandole dagli agenti ossidanti dell’ambiente. Grazie all’impegno di generazioni di agricoltori che ne hanno custodito gelosamente tecniche e segreti della coltivazione, nella Mela Annurca ritroviamo inalterate caratteristiche che sono state trasmesse nel corso dei secoli. L’alta qualità della Mela Annurca utilizzata per la produzione di AnnurtriComplex è oggi garantita dal “Consorzio di tutela Melannurca campana IGP”. (Protected Geographical Indication (P. G. I.) Reg. EU n. 417/2006)